giovedì 30 dicembre 2010

Usa, class action contro la Apple

Le applicazioni per iPhone e iPad sono lesive della privacy.
È l'accusa mossa alla Apple da un gruppo di consumatori americani.
Martedì scorso un avvocato statunitense ha infatti annunciato l'avvio di una azione collettiva contro l'azienda di Cupertino e nove sviluppatori di applicazioni per utilizzo non autorizzato di dati personali.
L'istanza è stata depositata presso il tribunale di San José in California.
I ricorrenti chiedono un indennizzo e gli interessi per non essere stati correttamente informati.
Nel mirino, in particolare, ci sono alcune applicazioni per iPhone e iPad, tra cui TextPlus4, Pandora, Backflip, The Weather Channel e Dictionary.com. Questi ultimi avrebbero comunicato a terzi informazioni personali che hanno permesso di inviare pubblicità mirate agli utenti.
Questi ultimi lamentano che la loro proprietà personale è stata trasformata in un apparato in grado di spiare tutti i loro movimenti online.

Per qualsiasi dubbio scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gli aggiornamenti del blog direttamente dal RSS feed, su twitter o in email.
Alla prossima!

link:
it.finance.yahoo.com

Nessun commento:

Posta un commento