lunedì 20 maggio 2013

[Appunti] Progettare software: pensare semplice


Quando si progetta un prodotto, un software o un'app è (anche secondo me!) fondamentale pensare a chi lo utilizzerà... parliamone!

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Siete abituati a leggere occasionalmente, tra le altre cose, i miei appunti di argomenti, per così dire, un po' più tecnici. Oggi parlerò di "think simple" e dei vantaggi che possono derivare da questo approccio alla progettazione. 

David Lieb è il co-fondatore e CEO di Bump, creatori della popolarissima app (vedi bu.mp/ sotto nei Siti consultati) che permette la condivisione di contatti, foto, e altri contenuti "sbattendo" (bumping) gli smartphone tra di loro. Bump è stato scaricato oltre 130 millioni di volte.


Secondo Lieb "la semplicità" è un'evidente tendenza nel design industriale degli ultimi 10 anni. E Bump ne è la prova! L'estetica minimalista proposta con estremo successo dall'architetto tedesco Dieter Rams (vedi Dieter Rams - Wikipedia, the free encyclopedia [EN] sotto nei Link utili) negli anni '60 sugli elettrodomestici BRAUN, è stata abbracciata nel XXI secolo dai colossi della tecnologia moderna come Apple con Jonathan Ive (vedi Jonathan Ive - Wikipedia, the free encyclopedia [EN] sotto nei Link utili) ed il suo iPod. 

Anche secondo Lieb la semplicità può fare la differenza tra un prodotto e un prodotto di successo.

Per capire meglio di cosa si parla riporto sotto, in estrema sintesi, i 10 principi di Dieter Rams che descrivono il design "semplice" di un prodotto:
• il prodotto deve essere innovativo;
• il prodotto deve essere utile;
• il prodotto deve essere bello;
• il prodotto deve essere di facile utilizzo;
• il prodotto non deve essere invasivo, troppo evidente;
• il prodotto deve essere onesto;
• il prodotto deve durare nel tempo;
• i dettagli devono essere accurati;
• il prodotto deve essere eco-sostenibile;
• il design nel prodotto deve essere ridotto al minimo.


(continua sotto)
promo


Con l'arrivo del Web2.0, la semplicità è passata su internet. Grossi bottoni, testi descrittivi ridotti, più immagini e colori con il risultato di avere un'esperienza utente più gratificante, divertente.

Incubatori d'impresa e guru del design hanno diffuso sempre più il concetto di semplicità e la rapidissima diffusione del web in mobilità degli ultimi 5 anni ha prodotto un requisito sempre più stringente: prodotti semplici che funzionano sui nuovi schermi.
Alcuni dei prodotti software (Twitter, Snapchat, Instagram) oggi più diffusi si ispirano con successo a questa idea.

Alla prossima!
Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!


Siti consultati:
apple-blog.info/
techcrunch.com/
en.wikipedia.org/
it.wikipedia.org/
bu.mp/


Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code quì sotto.



Download: Fast, Fun, Awesome
DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.