sabato 9 gennaio 2016

Unboxing: TP-LINK RE200 750Mbps Range Extender Universale / Ripetitore Wi-Fi

Il pacco è arrivato. Scartiamolo

In Come scegliere il range extender secondo le proprie esigenze ho descritto le caratteristiche che per il mio utilizzo (streaming video, catch-Up TV, video, foto e musica in DLNA e video chiamate Skype) ho ritenuto interessanti per la selezione del range extender che mi ha portato a scegliere ed acquistare il TP-LINK RE200 750Mbps.

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

In questo post descrivo brevemente il device e la relativa configurazione. Il pacco è arrivato da Amazon.it con ben 5 giorni di anticipo. L'arrivo era previsto inizialmente per il 12/1. Il 7/1 era già arrivato.



La confezione è compatta. Contiene il TP-LINK RE200 750Mbps, un cavo RJ45 Ethernet, la guida di istallazione rapida ed il manuale utente su CD.


Sul sito del produttore tp-link.it/ sono elencate in dettaglio tutte le specifiche tecniche (vedi AC750 #WiFi Range Extender RE200 - Benvenuti in TP-LINK). Le dimensioni del RE200 sono molto contenute: 110 x 65.8 x 75.2 mm. L'aspetto è gradevole. È bianco con una texture sul prospetto frontale.


In basso a destra sono disponibili i led di cui parlerò tra poco.


L'extender è collegabile direttamente alla rete elettrica. Il device sarà messo nel verso corrispondente al posizionamento della presa rispetto al muro. In alternativa si può applicarlo ad una ciabatta, una presa comandata o anche ad un adattatore multipresa con interruttore e spina rotante.


Nel caso in cui la presa a muro sia posizionata in verticale come nell'immagine, il range extender sarà posizionato in orizzontale.


Nella parte inferiore è disponibile l'interruttore per il reset e la porta RJ45 Ethernet.




Il cavo in dotazione dovrà essere collegato a questa per poter mettere in rete wifi un PC con scheda di rete LAN oppure per procedere alla configurazione manuale del range extender.



Di seguito il dettaglio relativo ai led che compaiono sul prospetto frontale. Il led è relativo al tasto (1) che permette la connessione alla rete wifi del router. Quando è spenta indica l'assenza della connessione. Quando lampeggia indica il tentativo di connessione alla rete wifi attivato premendolo. Quando è accesa fissa indica la corretta connessione.



L'indicatore (2) acceso e verde mostra l'alimentazione elettrica del device. Il led (3) è acceso e verde quando un PC è collegato alla porta Ethernet tramite cavo RJ45. Il led lampeggerà in base al traffico di rete rilevato.


Il led (4) acceso e verde indica che la connessione wifi del range extender è attiva.


I led (5 e 6) rispettivamente indicano lo stato della connessione del range extender con il router su 2,4GHz e 5 GHz (IEEE802.11ac,IEEE 802.11n, IEEE 802.11g, IEEE 802.11b). Acceso e verde indica che la connessione è correttamente stabilita.


Collegando l'extender alla rete elettrica si attivano le due reti wifi TP-LINK_Extender_2.4GHz e TP-LINK_Extender_5GHz. È evidente che le due reti non sono ancora configurate né protette.



Il video #Video TP-LINK Range Extender Introduction mostra graficamente i vantaggi offerti da un range extender.


La procedura più semplice per l'estensione della rete prevede l'utilizzo della funzione WPS. Come ho scritto anche in Unboxing - TP-LINK TL-WA890EA WiFi Adapter per decoder. smartTV, console e Lettori DVD, poiché il WPS non garantisce un livello di sicurezza accettabile (vedi Router WiFi, grave vulnerabilità in WPS) ho preferito anche in questo caso procedere alla configurazione manuale che descrivo di seguito.


Dopo aver alimentato l'extender l'ho collegato al portatile con il cavo RJ45 in dotazione. Ho digitato nella barra degli indirizzi del browser l'URL http://tplinkrepeater.net. Per accedere alla console di amministrazione le credenziali di default sono admin/admin come indicato nel manuale. Ovviamente ho modificato immediatamente le credenziali.






La procedura guidata (Quick Setup Wizard) permette di eseguire una configurazione automatica di base. La procedura permette di completare la configurazione anche senza conoscere approfonditamente il device. Per gli utenti più esperti i settaggi più avanzati sono a disposizione nelle altre voci di menù.





Dal tasto next si passa al secondo passo del wizard. Dalla lista di valori va indicata la nazione in cui il wifi del device è utilizzato. L'utilizzo del repeeter in una nazione non in elenco potrebbe essere illegale.


Nel terzo passo del wizard, dopo una scansione, sono elencate le reti wireless rilevate. Per ogni AP è elencato il SSID, la potenza del segnale, il MAC address, il canale utilizzato ed il livello di sicurezza. Ho selezionato quella del mio router checkando la casella corrispettiva nella colonna Choose. Per ipetere l'operazioen di scansione va utilizzato il tasto Rescan.


Procedendo con il wizard sono elencati i riferimenti della rete del router da estendere (Main Router/AP WiFi Network (2,4GHz)) e della rete sulla stessa frequenza in fase di attivazione (Range Extender Network (2,4GHz)). Nella sezione Main Router/AP WiFi Network va inserita la password della rete wifi esistente nel campo Fill in the WiFi password of your Main Router/AP. Nella sezione Range Extender Network (2,4GHz), selezionando la voce Customize, sarà possibile attribuire un nome differente alla rete estesa.


Procedendo in avanti la procedura scansiona eventuali reti a 5GHz. Il mio router TPLINK TDW8970 V1 Modem Router WiFi N 300Mbps non supporta questa frequenza per cui salterò questo passaggio. Nel procedere il range extender è riavviato. Il led (6) si è acceso ed è stata attivata la relativa rete wireless.



Il problema principale che dovevo risolvere era relativo alla scarsa sensibilità al WiFi del mio iPad2 che già ad un paio di metri dal router non riusciva più a collegarsi. Come ho cercato di evidenziare nell'immagine sotto., la rete estesa (quella a cui sono connesso) ha una copertura migliore di quella esistente anche se dalal foto non è chiarissimo. Nonostante la rilevazione segni 2 tacche su 3 per le rete esistente, dopo un altro passo non viene più rilevata.




Con la rete dell'extender ho risolto.

LLAP!

Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.