lunedì 6 giugno 2016

Garmin Forerunner 610 - Delude l'assenza dell'accelerometro... come misurare cadenza e corse al chiuso?

Cadenza e distanza indoor solo con foot pod e fascia Run
Ultimo aggiornamento 06/06/2016

Se hai letto Video - Garmin Forerunner 610 - Reset alle impostazioni di fabbrica e Garmin Forerunner 610 - Prima uscita. sai già che ho in prova questo fantastico sportwatch Garmin che un caro amico mi ha messo a disposizione. Nei due post precedenti ho documentato appunto come ho resettato il device e le mie impressioni alla prima uscita.

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Per una mia valutazione più puntuale sto facendo il confronto con il mio FR220 di cui ho scritto un po' su queste pagine. Ho parlato di resistenza all'acqua, di peso e dimensioni, della forma della cassa e del sistema di chiusura. Tra le differenze più evidenti nel reparto tecnologico ho evidenziato le differenti funzioni di sincronizzazione dati e ho parlato del Training Effect assente nel 220

Il Garmin ForeRunner 610 è un Gps da polso compatibile con cardiofrequenzimetro esterno. Sul fronte cardio ho dovuto sottolineare che il Garmin ForeRunner 610 è un complemento della fascia Run senza la quale rimane un device entry level. Il Garmin Forerunner 620 ed il Garmin Forerunner 630, suoi diretti successori, pur accrescendo il numero di funzioni disponibili, rimangono allo stesso modo da questa dipendenti. A differenza del bundle HRM del 610 che vede nella confezione la fascia Garmin 010-10997-07 Cardiofrequenzimetro Premium, per i due successori nel bundle HRM è inserita la fascia HRM-Run™. Ho citato gli abbinamenti di questi ed altri bundle in Confronto Sport Tracker GPS.

In questo post devo sottolineare un'altra caratteristica tecnologica che purtroppo, da quanto documentato sul sito Garmin (vedi Garmin | Forerunner 610 vs Forerunner 220) è assente in questo splendido sportwatch: l'accelerometro (vedi Cosa sono, come funzionano e a cosa servono gli Accelerometri | Settorezero). L'assenza di questo sensore costringe chi volesse correre indoor (al chiuso su pista coperta o tapis roulant aka treadmill) con il suo Garmin ForeRunner 610 a procurarsi il Garmin Foot Pod o (ancora una volta) la fascia Garmin 010-10997-08 Cardiofrequenzimetro HRM-Run™. Infatti in assenza di segnale Gps il 610, senza uno di questi complementi, non sarà in grado di determinare la distanza percorsa. La sensoristica supplementare è necessaria purtroppo anche per misurare la cadenza (vedi Garmin Forerunner 610 In Depth Review EN reply 728). Come possessore del FR220 non disporre nativamente dell'accelerometro mi sembra una privazione importante. 

Fai pure tutte le domande che vuoi e cercherò di rispondere. Per prove dirette potrò provvedere soltanto fino a quando avrò a disposizione l'orologio. Comunque per ulteriori approfondimenti rimando a:


LLAP!


Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

Garmin | Forerunner 610 vs Forerunner 220
Garmin Foot Pod
Garmin 010-10997-08 Cardiofrequenzimetro HRM-Run™.
Garmin Forerunner 620 ed il Garmin Forerunner 630
Cosa sono, come funzionano e a cosa servono gli Accelerometri | Settorezero
Siti consultati:
amazon.it/
garmin.com/
Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.



DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

Nessun commento:

Posta un commento