martedì 2 maggio 2017

Recensione - Fosmon HD1831 HDMI Switch 3-Port HDMI

La mia esperienza con questo switch HDMI

Nei miei post sui decoder ho descritto spesso i device collegati al mio TV. Le porte HDMI del TV sono 4. Attualmente i dispositivi HDMI collegati sono 3. Per cui non ho ancora esaurito tutte le porte HDMI a disposizione. Ma non è di questo che parliamo in questo post. Per mettere in ordine i cavi ho istallato una canalina raccogli cavo in alluminio anodizzato bianco che ha risolto egregiamente il problema. Sulla parete bianca praticamente non si vede. Purtroppo questa soluzione di contro ha aumentato la distanza tra le prese del TV e le prese dei singoli device. I cavi partono dal pannello per entrare nella parte superiore della canalina posizionata verticalmente al di sotto del TV. I cavi così raccolti escono poi dalla parte inferiore e risalgono fino a raggiungere i dispositivi sul mobile posizionato sotto al pannello.

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Rispetto alla situazione precedente i cavi devono essere molto più lunghi e con i cavi in uso purtroppo non riuscivo più a collegare tutti i dispositivi: il decoder TivùSat, un lettore BR ed il set-top-box Timvision (vedi Tivusat - Humax HD5600S - Programmare una registrazione nel futuro via EPG e Collegare TimVision ad un TV via presa SCART). Per risolvere il problema ho individuato due soluzioni:
- potevo sostituire i cavi in uso troppo corti acquistandone di nuovi più lunghi;
- oppure avvicinare la presa del TV ai dispositivi multimediali con uno switch.

(continua sotto)
promo




Nell'ottica di aumentare il numero massimo di device collegabili al pannello, ho optato per la seconda soluzione ed ho ordinato su Amazon.it questa settimana il Fosmon HD1831 HDMI Switch 3-Port HDMI. Ho scelto questo articolo poiché, al momento dell'acquisto, era indicato come il più venduto della categoria. Inoltre ho letto nelle recensioni di ottime prestazioni con decoder e BR che è proprio l'utilizzo che intendo farne. Per collegare PC e console di ultima generazione sembrerebbe non essere la soluzione migliore probabilmente per alcune limitazioni sulla risoluzione che riprenderò più sotto.


Questo tipo di dispositivi, per chi non li conoscesse, serve a collegare più apparati audio/video sullo stesso canale HDMI ed a determinare il passaggio del segnale di uno solo di questi per arrivare poi ad essere visualizzato sul pannello.


Il materiale sembra resistente anche se una volta istallato non dovrebbe essere soggetto a molte sollecitazioni.

Lo switch si collega alla TV da una parte.


Dall'altra permette il collegamento contemporaneo di tre sorgenti HDMI diverse.


Il funzionamento, dai miei pochi test iniziali, è perfetto. Ho collegato il decoder Tivusat e il set-top-box TimVision su due delle prese disponibili ottenendo il risultato desiderato.

Il cavo è purtroppo un po' troppo corto (non supera i 50cm). Intendevo far passare anche il cavo del Fosmon nella canalina ma, per mantenere in ordine la cavetterìa, dovrò integrare la soluzione con un accoppiatore HDMI Femmina Femmina.


Sarebbe stato utile uno switch che avesse soltanto una presa dalla parte del TV, invece del cavo integrato, in modo da potervi collegare un altro cavo della lunghezza desiderata. Anche la presenza di un adattatore ne avrebbe semplificato l'utilizzo.

Una volta montato, il funzionamento è molto semplice. Se i dispositivi sono tutti accesi è necessario utilizzare il selettore. Se invece è acceso un solo dispositivo tra quelli collegati, questo verrà rilevato automaticamente (automatic port switching). Un led indica il canale HDMI in uso.

Non necessita di alimentatore poiché si alimenta dalla presa USB. Ai fini di un corretto funzionamento i dispositivi di input collegati devono fornire energia sufficiente.

Lo switch è del 2014 e, a giudicare da alcuni commenti degli acquirenti su Amazon.it, sembrerebbe presentare dei problemi per apparati 4K che utilizzino la versione aggiornata dell'HDCP 2.2 (vedi Con l’Ultra HD torna l’incubo HDCP: penalizza tutti tranne i pirati). Il mio pannello non è 4K né lo sono i device collegati per cui l'utilizzo non è compromesso. La Fosmon Technology commercializza modelli più recenti a costi lievemente più alti che dispongono di tecnologie più moderne.

(continua sotto) 
promo


Altro neo del device, sempre secondo gli acquirenti, sembrerebbe essere l'incompatibilità con la tecnologia HDMI-CEC (vedi HDMI-CEC, che cos'è e come funziona - IlSoftware.it) utile a ridurre il numero di telecomandi in salotto.

Dovrebbe supportare invece la tecnologia 3D. Purtroppo non ho modo di testare questo aspetto.

Aggiornerò il post con eventuali integrazioni. Per saperne di più continua a seguirmi.
LLAP!

Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!


Leggi anche:
Tivusat - Humax HD5600S - Programmare una registrazione nel futuro via EPG
Collegare TimVision ad un TV via presa SCART
HDMI-CEC, che cos'è e come funziona - IlSoftware.it
Siti consultati:
dday.it/
amazon.it/
ilsoftware.it/

Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

Nessun commento:

Posta un commento