martedì 7 maggio 2013

[News] Armi con il teletrasporto

Non è un post dedicato alla mitica serie TV anni '70 Star Trek. Purtroppo e drammaticamente è cronaca dei giorni nostri.

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Il teletrasporto, spiego per quei 4 che non conoscessero la serie TV anni '70 (vedi Star Trek (serie televisiva) - Wikipedia sotto nei Link utili), è una tecnologia che (per ora solo nella finzione cinematografica!) permetteva all'equipaggio della nave spaziale Enterprise ed al suo capitano Kirk di essere trasferito istantaneamente sui pianeti da esplorare senza che fosse necessario l'utilizzo di una navetta spaziale. Il corpo umano, la sua massa, è scomposta in particelle, trasmesso via etere e ricomposto ordinatamente a destinazione.  
Quando sono comparse le prime stampanti 3D (vedi Stampa 3D - Wikipedia sotto nei Link utili) in molti hanno pensato che la fantascienza potesse diventare realtà, almeno per gli oggetti inanimati. In realtà non ci si sbaglia di molto. Non si tratta di un vero teletrasporto, quanto di una riproduzione a distanza. L'oggetto di partenza è un modello tridimensionale digitale che via internet costituisce l'input di questa stampante che, per sovrapposizione di strati successivi, ne produce una versione reale. Si possono già creare stampe 3D in plastiche, metalli e legni in pasta. 

(continua sotto)
promo

Foto di Forbes
La tecnologia può avere sviluppi inimmaginabili. Alcuni teorizzano persino una seconda rivoluzione industriale. Lo studente in legge Cody Wilson, 25 anni, texano, ha invece pensato bene di utilizzare questo sistema per permettere a chiunque di produrre in casa un'arma, una pistola! Il suo gadget da pistolero (l'ha chiamata Liberator) si compone di 16 pezzi (15 in plastica + 1 di ferro) e può sparare un colpo come un revolver. Apprendere questa notizia nei giorni in cui un bambino di 5 anni ha ucciso la sorellina con un'arma per bambini mi lascia senza respiro. 

Alla prossima!
Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!


Siti consultati:
corriere.it/
lastampa.it/
it.wikipedia.org/

Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code quì sotto.

Download: Fast, Fun, Awesome

DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.