mercoledì 12 settembre 2018

Bancomat - Usarlo con qualche piccolo accorgimento per proteggere i nostri soldi

Piccole abitudini che possono fare la differenza
Ultima modifica 18/09/2018

Nel post di oggi elenco alcuni accorgimenti che potranno rendere più sicuro l'utilizzo del bancomat o delle carte di credito, anche all'ATM.

twitta: Accorgimenti per proteggere i nostri bancomat #1PROTEGGI IL TUO PIN


#1 PROTEGGI IL TUO PIN
Non comunicarlo ad altri e conservalo fisicamente lontano dalla carta. Non registrarlo nella rubrica dello smartphone o nell'agenda. Non tenerlo nel portafoglio. Quando sei all'ATM (sportello automatico) impedisci che qualcuno, magari alle tue spalle, possa osservarti mentre digiti il PIN. Quando sospetti che sia compromesso blocca la carta o, se puoi, cambia il PIN.


(continua sotto)
promo




Questo consiglio è probabilmente più utile alle persone anziane che non hanno molta dimestichezza con lo strumento. È una buona abitudine diffidare di chi è disposto a dare una mano ad eseguire le operazioni di prelievo all'ATM. Chi ha cattive intenzioni proverà a carpire il PIN o ad eseguire effettivamente le operazioni. Se proprio è necessario il supporto conviene andare allo sportello automatico durante le ore di apertura e farsi dare indicazioni dal personale della banca.

Scansiona il QR-Code quì sotto per guardare o condividere questo articolo passandolo allo smartphone, al tablet o all'iPod  touch
(continua sotto)

Proteggi la tua carta di credito o bancomat. Proteggila da tentativi di clonazione o doppi addebiti. Durante i pagamenti presso gli esercizi commerciali non perderla mai di vista e verifica sempre tutte le ricevute. Proteggila anche da deterioramento. Conserva la carta lontano da fonti magnetiche o da fonti di calore per evitarne la smagnetizzazione e trovarvi con la carta inutilizzabile. Se hai l'abitudine di tenere insieme lo smartphone e le carte assicurati di usare un involucro schermato.

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

È una buona abitudine conservare le ricevute dei tuoi acquisti per registrare i movimenti e confrontarli con i movimenti documentati nell'estratto conto. Se è disponibile sul portale via Internet questa operazione sarà molto più facile e veloce. In presenza di operazioni "sospette" va contattato immediatamente la filiale dell'istituto emittente. In alternativa va chiamato il servizio clienti solitamente attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7. 

#5 IL NUMERO PER IL BLOCCO SEMPRE A PORTATA DI MANO
Avere sempre a portata di mano il numero telefonico per il blocco della tua carta permetterà di intervenire con tempestività in caso di furto o smarrimento.
Spero che questi consigli possano tornare utili.
I commenti e gli altri miei contatti sono a disposizione per suggerimenti e osservazioni.
LLAP!

twitta: Accorgimenti per proteggere i nostri bancomat #5IL NUMERO PER IL BLOCCO SEMPRE A PORTATA DI MANO

Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Seguimi anche su Instagram @perparlarediweb, Pinterest it.pinterest.com/perparlarediweb e Tumblr perparlarediweb.tumblr.com


Siti consultati:
amazon.it/ ad


Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

domenica 2 settembre 2018

Excel 2013 - Sommare valori da una tabella per tipo di spesa

Come sommare in un foglio Excel i valori per condizioni diverse

Oggi rispondo ad una domanda che mi è arrivata via DM su Twitter. Trovi tutti i miei contatti utili in fondo al post.

Ciao Vincent, vedo che alcune volte pubblichi post o condividi articoli su Excel. Ti chiedo un aiuto per una tabella di controllo dei costi. Registro ogni singolo costo con a fianco l'indicazione del tipo di spesa. A fine mese vorrei disporre di un quadro di sintesi che riassumesse il totale della spesa per ogni tipo di spesa. Quale funzione devo usare?
Ciao Pino

Ringrazio tantissimo Pino per il suo DM e soprattutto per la fiducia nei miei confronti. 
La funzione che dovrebbe fare al caso suo è SOMMA.PIÙ.SE() corrispondente a SUMIFS() nella nomenclatura inglese.
  
Gli argomenti della funzione sono almeno 3:
1. Int_somma
2. Intervallo_criteri1
3. Criteri1

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]
Int_somma
Sono le celle del foglio che contengono i valori numerici da sommare. Gli importi nell'esempio. 

Intervallo_criteri1
È l'intervallo di celle da valutare per verificare la condizione che andrà specificata nel campo successivo. I tipi di spesa nell'esempio.

Criteri1
È la condizione o il criterio, in forma di numero, espressione o testo, che definisce le celle sommare. Nell'esempio è la singola tipologia di spesa per cui si dovrà calcolare la somma.

(continua sotto) 
promo

  

I campi Intervallo_criteri Criteri possono essere inseriti per più di una condizione in base a quello che si vuole verificare. Nell'esempio in questo post userò un solo criterio. Per esempi più complessi chiedi pure nei commenti.

Propongo di seguito un esempio che spero si avvicini all'esigenza di Pino. 
Ho realizzato la tabella rappresentata nell'immagine sotto. Nella colonna A ho inserito gli importi registrati (i valori sono nelle celle da A2 a A10). Nella colonna B ho invece indicato le rispettive tipologie di spesa (i valori sono nelle celle da B2 a B10).


In un altra cella del medesimo foglio ho inserito la funzione che riporterà la somma degli importi per il tipo spesa alimentari. 

=SOMMA.PIÙ.SE(Int_somma;Intervallo_criteri1;Criteri1)

=SOMMA.PIÙ.SE(A2:A10;B2:B10;"alimentari")

(continua sotto)

promo

  


Per parametrizzare il valore utilizzato come Criterio1 ho elencato nella colonna F le singole tipologie di spesa ed ho sostituito il valore nella funzione. Inoltre per mantenere fisso il riferimento agli intervalli nella copia della funzione ho inserito il $ come. Nel caso degli alimentari la formula rivista è questa:

=SOMMA.PIÙ.SE($A$2:$A$10;$B$2:$B$10;F2)


Il foglio Excel di esempio è scaricabile sotto nelle risorse.
Spero di essere stato utile.
LLAP!

Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Seguimi anche su Instagram @perparlarediweb, Pinterest it.pinterest.com/perparlarediweb e Tumblr perparlarediweb.tumblr.com

Excel - Sommare valori in base a più condizioni 

Siti consultati:
support.office.com/

Risorse:

https://goo.gl/1N42JN

Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.