venerdì 16 maggio 2014

Facebook Messenger - Come impedisco che sia mostrata la città in cui mi trovo?

Proteggere la privacy un po' di più

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]


Ciao Vincent, mi sono accorto che per dei miei amici, durante la chat in FB Messenger sullo smartphone compare la città in cui si trovano. Come faccio a capire se l'indicazione compare anche sotto i miei messaggi? La ritengo una forte violazione della privacy. Aiutami a difendermi.Ciao PP

Facebook Messenger è uno dei software di instant messaging più utilizzati (al momento dichiara 150 milioni di utenti). Si divide il mercato con WhatsApp, SnapChat, Telegram, WeChat e molti altri (vedi Quali sono le chat mobili più utilizzate al momento?). Il fatto di essere una "costola" dell'app di Facebook ne ha certo favorito la diffusione.




(continua sotto)
promo

  

Grazie PP della tua domanda che ritengo molto interessante. Il Messenger è disponibile per Android (vedi Facebook Messenger - App Android su Google Play), iPhone (vedi Messenger per iPhone, iPod touch e iPad dall'App Store su iTunes) e Windows Phone (vedi Messenger | Store di app e giochi per Windows Phone (Italia)). Capisco che sei contrariato, ma, come dico spesso, citando: "se per un prodotto non paghi nulla, il prodotto sei tu". Mark Zuckerberg con il suo Facebook raccoglie dati in quantità impensabili e li trasforma in merce da vendere agli inserzionisti. Meglio riesce a profilare l'utenza e più alta è la qualità dei dati per i quali può spuntare un prezzo migliore.

Se sei esasperato e ritieni che il costo in termini di privacy da pagare per poter chattare e scambiare foto con amici e parenti sia troppo alto, puoi sempre decidere di chiudere l'account. Similmente alla regola del telecomando per la TV: se il canale non ti piace... cambia!

Quando hanno introdotto la funzione relativa alla posizione (vedi Facebook Messenger: Le Novità del Nuovo Aggiornamento - ZioGeeK) hanno anche pensato bene di lasciare per default la funzione attiva. Affinché la posizione non sia visibile bisogna disattivarla. Chi ci tiente alla privacy come me avrebbe di certo preferito che la funzione fosse attivata solo all'occorrenza.

Disattivarla è molto facile. Nel seguenti passaggi vediamo:
- Come fare per attivare/disattivare la funzione per Android
- Come fare per attivare/disattivare la funzione per iPhone
- Il percorso alternativo per fare la medesima operazione

Per attivare/disattivare la funzione per Android è sufficiente clickare sull'icona (1) evidenziata nell'immagine seguente;



Per attivare/disattivare la funzione per iPhone è sufficiente clickare sull'icona (2) a forma di freccia evidenziata nell'immagine seguente;


Il percorso alternativo per fare la medesima operazione è illustrato di seguito. Dalla lista delle chat, clickare sulla ruota dentata in alto a destra (3).


Nella schermata successiva checkare o decheckare la voce Posizione (4).


Ci vuole molto poco a proteggere un pezzetto di privacy in più.

Alla prossima!
Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

Siti consultati:
play.google.com/
facebook.com/
itunes.apple.com/
amazon.it/
windowsphone.com/


Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code quì sotto.




(continua sotto)
promo


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

Nessun commento:

Posta un commento