domenica 1 giugno 2014

Investito da una mareggiata...

in ambito web sia chiaro!

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Capisco bene che l'argomento non sia probabilmente di interesse del Googler che arriva su queste pagine per una guida o una notizia. Ma gestire un proprio blog lascia ampio spazio ad eccezioni alla linea editoriale essendo redattore ed editore coincidenti sulla stessa persona. 

Nelle scorse settimane ho fatto l'esperienza mistica di essere "virtualmente" travolto da una mareggiata di click per un post quasi insospettabile.
Si è trattato di un vero scossone del quale, senza uno strumento di rilevazione statistica, mi sarei accorto solo in parte.

L'idea di scriverne, nonostante la dubbia pertinenza, l'ho avuta poco dopo il fatto, ma volevo vederne gli sviluppi per provare a dare una personale chiave di lettura.

Questa la storia...

Di mattina presto (24/04/2014 ore 7 circa) mi accorgo di aver ricevuto da mia moglie (!) un appello via WhatsApp per la raccolta di sangue in favore di un caso clinico disperato (per i dettagli vedi Richiesta sangue A rh negativo per bimba: Bufala ma non troppo!).
Trattando spesso bufale (sotto in Leggi anche qualche post), leggo questi appelli con un po' di sospetto, e dopo aver dato qualche dritta verbale pensavo che l'argomento fosse chiuso.
I soliti (noiosi per i più) argomenti:
- verificare la fonte
- non divulgare appelli sospetti
- etc.

Dopo alcuni minuti, lei riceve una telefonata che chiede chiarimenti sulla richiesta e improvvisamente intuisco il potenziale di presa sul pubblico.
Altre volte avevo avuto un buon engagement sull'argomento bufale. Dettaglio che non avrei dovuto tralasciare: questa era la prima vista esordire su WhatsApp.

Scrivo un rapido post nel quale riporto quanto detto prima a mia moglie con il riferimento al primo link di smentita attendibile trovato via Google.
Il post è molto povero avendolo scritto direttamente sullo smartphone. L'app che utilizzo per pubblicare ignora il template di Blogger.
Ho agito un po' d'impulso ed ho pensato: "vediamo come va".

Quando sono tornato poi, dopo qualche giorno (il 30), a verificare il traffico del blog senza particolare attenzione al post di quella mattina, la sorpresa è stata a dir poco emozionante.

Nel grafico del traffico settimanale, le visite giornaliere erano ridotte ad una linea praticamente piatta, mentre un picco si ergeva su di loro... maestoso!
Cresceva in quei minuti, ero nel pieno dell'esplosione!
Mi sono affrettato a rendere il post meglio formattato, più gradevole, più condivisibile.
Il giorno seguente la flessione è stata minima... incredibile!

Adesso la mareggiata è passata.

(continua sotto)
promo

  


La cosa più strana è che mi sarei aspettato qualche notifica di commento, di retweet, una più alta frequenza di click sui banner... nessun segnale.
L'unico valore a crescere a dismisura è stato il numero complessivo di visualizzazioni.
A ben vedere il numero di visualizzazioni su FB era discreto, ma ben lontano dai numeri del post. Anche su Google+ il numero dei +1 era superiore alla media, ma non in maniera eccessiva.

Ora dopo alcune settimane il picco scivola indietro nelle statistiche e tra un po' non si vedrà più, restituendo a quelle costanti la dovuta dignità.
Sarà come aver visto Nessie... e dubitare di averla vista veramente.


(continua sotto)
promo

Alla prossima!
Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

Siti consultati:
amazon.it/

Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code quì sotto.



(continua sotto)
promo


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

Nessun commento:

Posta un commento