sabato 11 febbraio 2012

Cos'é il "Cloud"?


Ciao Vincent, ti leggo sempre e ti ringrazio per il lavoro di divulgazione che fai.
Approfitto della tua cortese disponibilità per farti una domanda: cosa si intende esattamente e semplicemente quando si parla di cloud?
Grazie mille
mirotto

Ciao mirotto mi fa piacere sentirti così contento del mio lavoro, non sai quanto sia prezioso il tuo sostegno dichiarato! 
La domanda è più che interessante. Si sente parlare di cloud molto spesso sui media senza che vi sia effettivamente una chiara descrizione dei servizi offerti. Alcuni sostengono che più che una rivoluzione tecnologica si tratti di una manovra di marketing, ma andiamo oltre. Proverò come sempre a fornire una descrizione chiara e semplice.

(continua sotto)











Faccio un parallelo con l'uso, per così dire, standard di un programma per PC, il più classico: la posta elettronica.

Lo scenario standard vede un utente che per ricevere la propria posta istalla sul proprio PC un programma apposito scegliendo tra i più conosciuti: Thunderbird, Eudora, Outlook. Lo configura e scarica (sul proprio PC) i messaggi di posta che gli sono stati indirizzati. Per poterli visualizzare su di un altro PC dovrà ripetere l'istallazione, la configurazione ed il download, sempre che abbia configurato tutti i programmi di posta di modo che lascino una copia dei messaggi sul server. Poi scrive un messaggio di risposta, sempre sul suo PC, e tramite il programma invia il messaggio al destinatario. Se vuole evitare di perdere i messaggi ricevuti per un'anomalia al programma deve eseguire periodicamente un backup. Nel momento in cui l'utente decidesse di cambiare programma, si istallerebbe il nuovo programma di posta ed eseguirebbe la migrazione dei messaggi dal vecchio al nuovo. Nel tempo i messaggi scaricati potrebbero occupare una porzione sempre maggiore del disco rigido richiedendo periodicamente operazioni di pulizia. In assenza di connettività l'utente potrà consultare i messaggi scaricati e scrivere e predisporre per l'invio nuovi messaggi. Se il disco rigido esaurisce lo spazio a disposizione ma l'utente vuole mantenere a disposizione tutti i messaggi  ricevuti dovrà espandere la memoria del PC e liberare spazio, oppure dovrà acquistare un altro computer con un disco rigido più capiente e migrare tutti i messaggi.  



Lo scenario nel contesto Cloud è invece questo. L'utente non deve necessariamente scaricare la posta sul proprio PC. Può guardarla, utilizzando un browser internet (Firefox, Explorer, Opera, Safari, Chrome, etc). Invece di istallare un programma e configurarlo deve registrarsi ad un servizio su di una pagina internet (Gmail, Hotmail, Email, etc.). I messaggi saranno scaricati nel servizio automaticamente. Per consultarli l'utente dovrà collegarsi semplicemente al servizio. In questa modalità potrà consultare la posta elettronica dal proprio PC, dal secondo PC, dall'internet café, dal tablet, dallo smartphone senza fare altro che accedere al servizio. Il messaggio di risposta è scritto sempre sulla pagine offerte dal servizio e successivamente provvederà all'invio. Il problema del backup è trasparente, solitamente, è il servizio di salvatagio è offerto da chi eroga il servizio (provider) e non è una preoccupazione dell'utente che in realtà non è consapevole neanche della posizione fisica dei dati e dell'infrastruttura che necessita alla fornitura del servizio. Questa situazione di inconsapevolezza è rappresentata dalla nuvola, cloud appunto. Per i servizi di email in the cloud non è semplice migrare ad un altro fornitore laddove è possibile. L'accumularsi dei messaggi, per i servizi più noti, non è più un problema. Lo spazio messo a disposizione è sempre crescente. Diventa necessario fare pulizia soltanto quando la grande quantità di spazio a disposizione sta per esaurirsi. In questo caso, per la maggior parte delle soluzioni offerte è sufficiente acquistare più spazio. In assenza di connettività la posta non potrà essere consultata. 

(continua sotto)
promo

Ho fatto l'esempio della posta elettronica, ma i servizi offerti sono i più disparati. Noi abbiamo parlato anche di Memopal - 3GB Backup Online Gratis! 

Questo video (non recentissimo) descrive in modo molto simpatico i punti salienti del Cloud Computing, purtroppo mette in luce solo i vantaggi ma è comunque molto utile. Tra i servizi disponibili in Cloud sono citati Gmail, Netflix e Salesforce.com. Il video è in inglese.


Anche il seguente video (molto più recente del precedente) mette in luce i vantaggi per le piccole e medie imprese nell'utilizzo di questo approccio. Anche questo video è in lingua inglese.



In un prossimo articolo parlerò del nuovo servizio di Apple che ha rilasciato l'anno scorso il suo servizio iCloud.




Alla prossima!
Se il post ti piace dillo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti gli aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Segui il blog su Twitter e su Facebook.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

2 commenti:

  1. Ho notato subito il forte interesse sull'argomento. Per questo ho fatto qualche ulteriore integrazione. Ho inserito i due video che spiegano graficamente in cosa consiste il Cloud Computing. Ho anche messo maggiormente in evidenza il vantaggio della rapidissima scalabilità di un servizio "in the cloud". Ha anche arricchito con qualche altro link.

    RispondiElimina
  2. Per chi volesse approfondire l'offerta Oracle, a Roma il prossimo 22 feb si terrà l'Oracle Cloud Conference http://bit.ly/yH3liV

    RispondiElimina